LA PIANURA PADANA NELLO SMOG

DI PIERLUIGI PENNATI
https://alganews.wordpress.com/
pierluigi-pennati
Ci risiamo, alta pressione, freddo e zero precipitazioni, anche quest’anno le polveri fini non danno tregua con Como e Cremona in testa per i valori massimi nei primi 25 giorni di gennaio.
I valori rilevati dalle centraline sono almeno tre volte superiori al massimo consentito in tutte le province, con la sola esclusione della provincia di Sondrio, a Como sono stati misurati 213 microgrammi al metro cubo, 50 sopra il limite, e nel centro di Milano si è arrivati 159, mentre a Cremona, in gennaio sono stati già registrati 20 sforamenti sui 35 annui permessi dalla legge e la qualità dell’aria, non è un gran che migliore nemmeno in Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna.
Le piogge sono previste dalla mattina di giovedì, almeno a ridosso delle Alpi e, secondo Fosco Spinedi di MeteoSvizzera, molto attenta alla analoga situazione di smog nell’adiacente Canton Ticino, dovrebbero servire “per far tornare la situazione dell’inquinamento entro valori accettabili” e “far tornare nella norma la situazione”, almeno temporaneamente.
Nonostante la situazione nessuna amministrazione italiana ha ancora adottato alcun provvedimento per contrastare lo smog, mentre la vicina Svizzera ha abbassato i limiti di velocità in autostrada, nelle zone interessate alle alte concentrazioni, a soli 80km/h, bloccato la circolazione dei veicoli diesel più inquinanti, Euro3 e inferiori, ed introdotto il trasporto pubblico gratuito per indurre il maggior numero possibile di automobilisti a lasciare l’auto casa, oltre ad aver diramato l’invito ad abbassare a 18 gradi nelle stanze ed a 21 negli altri locali la temperatura nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento