SONO HITLER E LA NOTIZIA FA IL GIRO DEL MONDO

DI PIERLUIGI PENNATI
https://alganews.wordpress.com/
pierluigi-pennati
Pubblicata sul sito in lingua inglese World Daily News Report il 20 giugno scorso, la notizia non ha tardato a fare il giro di tutto il mondo e persino importanti giornali italiani come Libero lo hanno riportato, questo sarebbe il testo tradotto:
“ARGENTINA: UN UOMO DI 128 ANNI SOSTIENE DI ESSERE ADOLF HITLER
Dall’Argentina arriva una notizia shock: un uomo di origine tedesca di nome Herman Guntherberg, che ha la bellezza di 128 anni e vive nella città di Salta, a nord-ovest del Paese sudamericano, ha annunciato al mondo di essere nientemeno che Adolf Hitler, il dittatore nazista, che oggi avrebbe proprio quell’età.
Intervistato dal giornale El Patriota, Guntherberg ha raccontato di essersi nascosto per anni e di aver potuto rifugiarsi in Argentina nel 1945, grazie ad un passaporto falso procuratogli dalla Gestapo poco prima che finisse la Seconda Guerra Mondiale. Avrebbe deciso di svelarsi solo dopo che i servizi segreti israeliani, il Mossad, hanno annunciato lo scorso anno di voler abbandonare la caccia ai criminali del Terzo Reich – la cui follia, come quella del loro capo, era riconducibile anche ad una serie di droghe -, ritenendoli ormai tutti morti. L’uomo ha detto di essere accusato di “molti crimini” dei quali si dichiara innocente, perciò di aver passato tutto quel tempo a nascondersi, ma avrebbe in serbo un’autobiografia in cui racconterà la sua verità. “Sono stato descritto come un cattivo solo perché abbiamo perso la guerra – ha sostenuto –. Quando la gente leggerà il mio lato della storia, cambierà il modo in cui mi percepisce”.
Ma è una bufala.
Il World Daily News Report è un giornale satirico dichiarato e molto ben fatto, tanto che moltissimi altri siti e quotidiani in tutto il globo hanno riportato la notizia come vera e non sono mancate testate che tutti considerano “autorevoli”.
La traduzione della dichiarazione di responsabilità del sito alla fonte di tutto recita:
“Il World Daily News Report si assume comunque ogni responsabilità per la natura satirica dei suoi articoli e per il contenuto fittizio dei loro contenuti. Tutti i personaggi che appaiono negli articoli su questa pagina – anche quelli basati su persone reali – sono puramente immaginari, ed ogni somiglianza tra loro e persone vive, morte o non morte è solamente un miracolo”
Bufala, dunque, ma la psicosi collettiva non sente ragioni, milioni di click, l’unità fittizia oggi quasi più importante quanto il denaro, per nulla, oppure per qualcosa, dato che proprio i click ed il traffico in rete oggi produce guadagno più di altri prodotti reali e forse qualcuno sperava in un incremento dei propri affari.
Bel tentativo, ma meglio rimanere affidabili, la fiducia è una cosa serissima, difficile da conquistare e facilissima da perdere, alle volte basta un click, appunto.
Per i più puntigliosi di seguito il testo integrale tradotto dall’originale:
“Un anziano di Salta in Argentina sostiene di essere il famigerato dittatore tedesco Adolf Hitler e di aver trascorso 70 anni in clandestinità. In un’intervista al quotidiano ultra-conservatore El Patriota, l’immigrato tedesco naturalizzato spiega di essere arrivato nel paese nel 1945 con un passaporto che lo identifica Herman Guntherberg.
Egli sostiene il suo era un passaporto falso prodotto dalla Gestapo verso la fine della guerra e che lui è in realtà l’ex leader nazista, Adolf Hitler. Dice che ha deciso di uscire allo scoperto dopo che un anno fa i servizi segreti israeliani ufficialmente abbandonato la loro politica di perseguire gli ex criminali nazisti.
“Sono stato accusato di un sacco di crimini fatto che non ho mai commesso. A causa di ciò, ho dovuto spendere più di metà della mia vita a nascondermi dagli ebrei, così ho avuto già la mia punizione “. L’uomo anziano sostiene si sta preparando a pubblicare la sua autobiografia per il ripristino la sua immagine pubblica. “Sono stato dipinto come un cattivo ragazzo solo perché abbiamo perso la guerra. Quando la gente leggerà la mia versione della storia, cambierà il modo in cui mi percepiscono “.
Dice che il suo libro sarà scritto sotto il nome di Adolf Hitler e sarà disponibile dal mese di settembre.
Molte persone, tra cui la moglie di 55 anni, Angela Martinez, credono che Herman Guntherberg in realtà non sia Adolf Hitler, ma sia semplicemente affetto da demenza. La signora Martinez sostiene il marito non ha mai parlato di Hitler fino a circa due anni fa, quando ha iniziato a mostrare segni di Alzheimer. “A volte, dimentica chi sono e dove si trova. Sembrava come in trance, e parlava di ebrei e demoni. Poi è tornato alla normalità. “
Lei pensa che suo marito potrebbe, eventualmente, essere stato un nazista e che può sentirsi in colpa per il suo passato, ma è convinta che non è Hitler. La moglie del signor Guntherberg sostiene che non sia Adolf Hitler, ma solo un uomo vecchio e senile che sta cominciando a perdere la lucidità.
Anche se quanto sostiene l’uomo appare piuttosto discutibile, si è acceso un animato dibattito in Israele e nella comunità ebraica americana per quanto riguarda il futuro dei criminali nazisti sopravvissuti. Il Mossad aveva dimostrato in passato la sua ambizione e portata globale con la cattura del criminale nazista Adolf Eichmann nel 1960 in Argentina, ma ha abbandonato questa missione negli ultimi anni.
Il Centro Wiesenthal, che sta ancora cercando di trovare e perseguire i criminali nazisti, ha criticato pubblicamente Israele nel mese di marzo dicendo che lo Stato ebraico stava ‘a malapena collaborando’ alla sua missione. Più di 70 anni dopo la fine della seconda guerra mondiale, pochi stati ed istituzioni stanno ancora cercando di trovare e perseguire i nazisti sopravvissuti e la maggior parte di loro morirà certamente senza mai essere stati puniti per i loro crimini.”
http://worldnewsdailyreport.com/argentina-128-year-old-man-claims-he-is-adolf-hitler/

Commenta per primo

Lascia un commento