E' IL KILLER DI BERLINO L'UOMO UCCISO A SESTO SAN GIOVANNI

DI PIERLUIGI PENNATI
pierluigi-pennati
Sarebbe l’attentatore del mercatino di Natale di Berlino, Anis Amri, quello rimasto ucciso questa notte durante un controllo documenti alla stazione di Sesto San Giovanni.
Gli agenti erano intervenuti a seguito di una segnalazione per dei rumori simili a spari o botti, prematuri per capodanno. Sul piazzale della stazione solo uno straniero, un nordafricano al quale hanno chiesto i documenti. L’uomo ha aperto lo zaino che aveva con sé ed estratta una pistola ha fato fuoco ferendo alla spalla un agente, Christian Movio.
L’identificazione dell’uomo è poi arrivata sia dai tratti somatici che dalla comparazione delle impronte. Il Ministro dell’Interno Minniti conferma: “E’ lui senza dubbio”.
Il tunisino sarebbe arrivato dalla Francia a Milano in treno e secondo Repubblica, avrebbe gridato “Allah akbar” prima di morire. A testimoniare il tragitto ci sarebbe un biglietto ferroviario trovato addosso.
In conferenza stampa Minniti ha spiegato che la vicenda “può portare a sviluppi futuri”, e che l’indagine è stata presa in carico dalla magistratura milanese.
Anis Amri ha trascorso cinque anni in Italia, sbarcato a Lampedusa nel 2011 e registrato come minore non accompagnato, era stato condannato per dei disordini nel centro di accoglienza dove era ospitato e trascorso quattro anni in carcere tra Catania e Palermo.
Il portavoce del ministro degli Esteri tedesco, in una conferenza stampa di governo a Berlino ha detto “Siamo molto grati alle autorità italiane per la stretta collaborazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento